Sportine Peppa&Julio (lotto 1805)

La Trilogia di Peppa&Julio: le opinioni dei lettori.

Le opinioni dei lettori di Peppa&Julio sono un incentivo a continuare con più entusiasmo.
Scriveteci per dare il vostro contributo a questa sezione del sito.

Antos Beida《ho apprezzato molto le tue graphic novel le ho lette e rilette tutte d’un fiato. Peppa con la sua sensibilità, fragilità e voglia di riscatto mi ha colpito molto così come il modo in cui hai descritto i timori, i dubbi e le paure. È una storia semplice e vera …mi sembra di conoscerla Peppa …forse c’è un po di Peppa in ognuna di noi. A presto… spero in un seguito …in ogni caso questa è sicuramente ” la strada giusta”. Con stima Antonella》

Bryan Basile《Sei un artista fantastico
Racconti un mucchio di cose in poche righe, davvero complimenti
Mi è piaciuto molto!》

Trilogia Peppa&Julio
Trilogia Peppa&Julio
Alexandra Lacatena《Mi sono ritrovata molto nella protagonista, ho apprezzato ogni tua frase, ogni tuariflessione sull’amore e ogni tuo disegno.
[…]
Non tutti ne sono capaci e io ti ringrazio ancora per avermi fatto riflettere con così “poco”.》

Le opinioni dei lettori.

Prima di tutto due parole sull’autore che ho avuto la fortuna di conoscere ad una fiera del comics. 

Avete presente un gatto in una stanza? Intendo il suo esserci mentre non sembra che sia lì? Così stava Christian, circondato dalle sue cose e intento a disegnare.

Sul tavolo, tra mille disegni e pennarelli, c’erano due piccoli libri, “La strada giusta” e “Verso casa”, i titoli.

Due libri dalla copertina accogliente che ho portato a casa e letto tutto d’un fiato.

Se è vero che dentro la scrittura o il disegno c’è sempre un po’ dell’ autore ecco che Christian mi ha accompagnato invisibile a conoscere la protagonista Peppa e la sua vita vissuta in equilibrio.

Un equilibrio da ballerina che nei giorni muove i passi sulle punte alla ricerca di qualcosa di nascosto. L’anima gemella? Il giusto compromesso tra essere e apparire? Forse, come molti, trovare il proprio posto nel mondo.

C’è molto bianco nel racconto, ma non è mancanza, è spazio dove il lettore si può accomodare per osservare e riflettere, sperare, sorridere.

Peppa è fragile e superba, è  sicura e indecisa, è bellissima.

Tuffatevi in questo racconto fatto di incontri e di piccole cose, ne uscirete con l’impressione di conoscere Peppa da tempo. (Soprattutto penserete che sia lei a conoscere voi. Da sempre).

Prosit

[Munari Gianluca, sceneggiatore de https://moemecstone.blogspot.it ]